Fondamentale la preparazione del terreno sul quale verrà seminato il manto erboso e la pulizia della superficie. Per prima cosa bisogna rimuovere la vegetazione preesistente, operazione necessaria quando questa ricopre il terreno in modo abbondante oppure quando non è del tipo desiderato. Se si tratta di vegetazione a prevalenza erbacea consigliamo di ricorrere alla trinciatura, che evita la raccolta e lo smaltimento dei residui vegetali e consente di reintegrare la sostanza organica nel terreno.

Quando invece si ha a che fare con essenze perenni è possibile effettuare un diserbo totale con prodotti chimici ad azione sistemica. Nel caso invece di una vegetazione più consistente, con molto materiale lignifero, si procederà all’estirpazione sia della parte aerea sia di quella sotterranea. Per eliminare gli alberi già esistenti, l’ideale sarebbe ricorrere all’asportazione completa con buona parte delle radici: in questo modo si potranno spostare in altra dimora, facendo attenzione al periodo vegetativo. Infine è importante rimuovere dal terreno tutti i residui legnosi come ceppi, rami e tronchi.

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+