La Cambria è un tipo di orchidea che non esiste in natura ma proviene dall’ibridazione tra alcune specie, quali Oncidium, Odontoglossum e Miltonia. A tal proposito ne esistono con le fioriture le più varie, con fiori di piccole, medie e grandi dimensioni, tigrati o di un unico colore, gialli, rossi, rosati e bianchi. Producono pseudobulbi allungati, abbastanza spessi, da cui si dipartono alcune foglie nastriformi, non molto lunghe; in primavera ed in estate tra le foglie si sviluppa un sottile fusto eretto che porta numerosi boccioli, che sbocciano in successione.

Dopo la fioritura al di sotto del fusto si sviluppa un nuovo pseudobulbo. Piante di facile coltivazione, sono di facile reperimento nei vivai; si può recidere il fusto che portava i fiori, al di sotto del quale si svilupperà uno pseudobulbo rigonfio, ben rigido; quando gli pseudobulbi sono ben sviluppati, riponiamo le piante in luogo fresco, evitando di annaffiare troppo spesso, per almeno 8 settimane, in questo modo favoriremo la produzione di un nuovo fusto e la nuova fioritura l’anno successivo.

 

 

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+